European Mobility Week Logo

La Settimana Europea della Mobilità è  la campagna annuale sulla mobilità sostenibile promossa in collaborazione con le Direzioni Generali per l’Ambiente e i Trasporti della Commissione Europea allo scopo  di incoraggiare gli enti locali Europei a introdurre e promuovere misure di trasporto sostemibile e di invitare i loro cittadini a usare mezzi alternativi rispetto alla macchina.Tema di quest’anno “Le nostre strade, la nostra scelta”, volto a rivalutare lo spazio urbano per creare una città ideale in cui la popolazione vorrebbe vivere.

Dopo la partecipazione nel 2009 e nel 2012, l’edizione 2014 vedrà nuovamente l’adesione di Izmir che per l’occasione si è impegnata ad organizzare un settimana di attività relative al tema , di implementare misure permanenti volte a disincentivare l’utilizzo dell’automobile, tra cui (laddove possibile) la conversione di alcune strade in zone pedonali, piste ciclabili o zone a traffico limitato al solo trasporto pubblico. Workshop, concerti e artisti di strada, mostre a tema mobilità, attività sportiva fino al “Car Free Day”, che si terrà il 22 Settembre in concomitanza con la chiudura della manifestazione, andranno ad animare il centro della città. Proprio il 22 Settemnbre Plevne Bylvarı, il viale principale che collega Gündoğdu Meydanı e Lozan Meydanı) e dove si affacciano molte scuole elementari, caffè e negozi, sarà dichiarato per 24 ore “Car Free Area”.

La Settimana della mobilità in Turchia

La Turchia partecipa per la prima volta alla Settimana della Mobilità nel 2009 ed Izmir è stata, assieme a Koaceli, una delle prime due città ad aderire all’inziativa. Da allora il numero di adesioni non è mai stato elevato e sempre limitato a 2 o 3 città per anno, di cui proprio la Perla dell’Egeo è tra quelle con il maggior numero di partecipazioni.

La questione della mobilità è un tema di recente introduzione, probabilmente spinto dal crescente numero di autoveicoli circolanti e dai dati di incidenti registrati. Secondo la Direzione Generale per la Sicurezza (Emniyet Genel Müdürlüğü), nel solo 2013 sono stati poco più di 1.2 milioni gli incidenti, di cui circa 3.700 quelli che hanno causato morti e quasi 275.000 quelli con feriti.

Incidenti Turchia
Serie storica 2004-2013 degli incidenti in Turchia
Fonte: Emniyet Genel Mürdülüğü

Secondo il rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sulla sicurezza delle strade (scaricabile da qui), nel 2005 i decessi causati da incidente hanno interessato per il 19% pedoni, 8%  motociclisti, 2% ciclisti, il 31% dei passeggeri e il 24% dei guidatori delle quattro ruote.

Per quanto riguarda Izmir, sempre secondo i dati della Direzione Generale per la Sicurezza, sono stati 27.733 gli incidenti di cui 78 mortali e oltre 11.700 quelli con feriti.

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"