Il progetto relativo alla creazione di una “Free Economic Zone” a Tripoli è stato inserito nuovamente nell’agenda del Consiglio dei Ministri, dopo essere stato congelato per quasi sei anni, a seguito del cambio di Governo.

Situata vicino al porto di Tripoli, la zona economica speciale, con una superficie di 550.000 mq, dovrebbe creare nuove opportunità di lavoro e attrarre degli investimenti del settore privato.

Inoltre, per la sua vicinanza con la Siria e le maggiori città sulla costa, potrà contribuire alla ricostruzione del Paese al termine del conflitto in atto.

(ITALPRESS/MNA).

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"