Ambassadors Meeting
Il Ministro dell’Economia Nihat Zeybekci all’Ambassadors Meeting di Izmir

 

Se si dovesse sintetizzare in poche parole quanto emerso durante l’Ambassadors’ Meeting di Venerdì scorso, “Izmir sarà la capitale dell’Anatolia occidentale” è probabilmente quella migliore.

Organizzato dalla Izmir Kalkınma Ajansı (Izka , Agenzia per lo sviluppo di Izmir) in collaborazione con Izmir Büyükşehir Belediyesi (Il comune metropolitano di Izmir), l’Ambassadors’ Meeting  raccolto allo Swiss Otel di Izmir 53 rappresentanti diplomatici di tra ambasciatori, consoli e delegati allo scopo di presentare Izmir per stimolare le collaborazioni e gli investimenti nella città.

Oltre ad Aziz Kocaoğlu, sindaco della città metropolitana e Mustafa Toprak, Governatore della Provincia di Izmir nonchè Presidente del consiglio di Amministrazione di IZKA, era presente anche il Ministro dell’Economia Nihat Zeybekci.

Tutte le strade portano ad Izmir

Proprio il Ministro ha sottolineato ripetutamente che “Izmir deve riconquistare il suo ruolo storico e tornare ad essere la Capitale dell’Anatolia Occidentale”.

Storicamente Izmir (ma sarebbe meglio dire Smirne, NdR) è stata il centro degli interscambi con il mediterraneo e l’egeo“Efeso, Pammukale, Troia, Bergama. In qualsiasi direzione si guardi, al centro si trova Izmir” – ha enfatizzato il ministro e per restituire questa centralità alla Perla dell’Egeo ha ricordato che sono in atto grandi opere infrastrutturali come il tratto di alta velocità per collegare Izmir e Ankara in tre ore e Izmir ed Istanbul in tre ore e mezza, ma anche la nuova rete autostradale che permetterà di raggiungere Antalya in due ore e mezza.

Ruolo fondamentale sarà giocato dalla nuova Fiera di Izmir, ha ricordato Kocaoğlu, che già oggi è la più grande fiera di Turchia e che nei prossimi anni ha intenzione di porsi come il principale centro congressuale e fieristico al mondo. Già oggi la fiera di Izmir ospita alcuni dei principali eventi di settore quali, ad esempio, la Fiera del Marmo la cui edizione 2015 ha inaugurato il nuovo polo.

Una Efeso in Città

Vogliamo creare una nuova Efeso in città. Nel suo discorso introduttivo, Kocaoğlu ha ricordato i lavori di recupero del patrimonio culturale di Izmir: Kadifekale, Agora, il Teatro Romano che sta riemergendo dal monte Pagos e gli altri siti, oggi in fase di restauro (se ti interessa conoscere la storia di Izmir, scarica gratis l’ebook: “Le perle dell’Egeo vol. 1 – Dal Neolitico all’Impero Ottomano). L’obiettivo è riportare al loro stato originario tutti quei siti archeologici, per anni abbandonati, in modo tale da poter far rivivere turisti e ai cittadini il passato glorioso della città.

Turismo, l’asse per lo sviluppo

Il Turismo è tra i principali asset della città, ha sottolineato il Governatore della Provincia Mustafa Toprak evidenziando che il patrimonio culturale, artistico e naturale della Regione già oggi la rende una delle mete ambite ma che dovranno necessariamente trasformare Izmir e l’Egeo nel centro mondiale del Turismo. A tale proposito, ha aggiunto il Ministro Nihat Zeybekci, “la Turchia oggi è la sesta destinazione al mondo e la quarta in Europa. Continueremo a lavorare per essere la terza destinazione turistica al mondo e la prima in Europa”. 

Il Ruolo di Izmir oltre il Turismo

Izmir, tuttavia, non è solo Turismo. In tutti gli interventi si è ricordato come la posizione geografica l’ha storicamente collocata come baricentro tra l’occidente e l’oriente anche in termini di commercio.

La sua posizione la rende il luogo ideale per lo sviluppo delle energie rinnovabili, di cui non solo il paese ma l’intero pianeta avrà bisogno per sostenere la crescita di un mondo in cui costantemente nuovi paesi si affacciano come soggetti economici.

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"