Parte domani la Ventesima edizione della Fiera del libro di Izmir. Ne approfittiamo per fare il punto sul mercato dell’editoria e sul consumo del libro in Turchia.

Fonte Immagine: http://www.memurlar.net/common/news/images/363605/headline.jpg

Inizia domani la ventesima edizione di Izmir Kitap Fuarı – Fiera del Libro di Smirne– uno degli eventi più attesi dalla città. Prima edizione dopo il trasferimento del polo fieristico a Gaziemir, la Fiera del Libro pò essere considerata come l’inaugurazione della nuova era di KültürPark che da quest’anno diventerà il centro delle attività culturali di Izmir.

Non a caso l’edizione 2015 della fiera-mercato sarà accompagnata da oltre 150 eventi culturali tra conferenze, workshop e incontri con gli autori non solo all’interno delle strutture della ex-fiera, ma anche nelle singole librerie con un fitto calendario di appuntamenti dove gli autori delle case editrici presenteranno i propri lavori.

Sono quattrocento gli espositori presenti in fiera. Un numero sicuramente considerevole, ma che rappresenta appena il 10% del totale del mondo dell’editoria turca.

Il Mercato editoriale in Turchia

Secondo gli ultimi dati ufficiali disponibili, risalenti al 2013, in Turchia sono presenti 4.554 case editrici. Come è facile immaginare, la maggior parte di queste (1.764) hanno sede ad Istanbul. Ankara è la seconda città con il maggior numero di editori (1072) mentre Izmir si colloca al terzo posto, molto più indietro, con 252 aziende editoriali.

Da un punto di vista di produzione, il 2013 ha visto le case editrici mettere in commercio 42.655 titoli, La Maggior parte di questi (12.003, pari al 28%) sono libri di educazione, segıiti da 8.012 (18,8%) da libri di cultura per adulti e da 7.512 libri per adolescenti e bambini. Relativamente pochi (6024) sono I romanzi di finzione.

Oltre la metà del totale dei libri sono destinati ad un pubblico generale, mentre ai bambini, a chi frequenta le scuole primarie e a chi deve preparare gli esami sono dedicate rispettivamente 3.826, 3.228 e 33.62 testi. Ai giovani spettanoo 770 testi mentre al pubblico adulto 1.614.

Scarica: Cultural Statistics 2013 (PDF/Turco,Inglese)

Il profilo del lettore

Per quanto riguarda i lettori, un quadro esauriente, seppur datato al 2011, è dato dal rapporto “TÜRKİYE OKUMA KÜLTÜRÜ HARATASI” (“Mappa della Cultura della Lettura in Turchia”), realizzato dal Mimistero della Cultura e del Turismo.

Secondo il rapporto, annualmente in Turchia si leggono in media 7,2 libri a persona. A leggere di più sono i bambini (7-14 anni), con una media di 12 libri a testa, e studenti, con 11 libri. Le donne leggono leggono 7,3 libri all’anno, leggermente di più rispetto alla media di 7,1 degli uomini. Tra coloro che hanno un reddito medio-alto (3000-5000 TL) il numero medio di libri letti sale a 10,9 mentre nelle famiglie con 4 persone si attesta a 7,6 libri. Internet non sembra essere un disincentivo alla lettura. Tra chi ha una connessione internet, la media si attesta a 8,4 libri/anno.

Scarica “TÜRKİYE OKUMA KÜLTÜRÜ HARATASI” (PDF/TURCO)

Il 25,6% sceglie il libro in base al titolo

Prima di pubblicare, pensate bene al titolo. Il 25,6% di chi acquista libri, infatti, lo fa sulla base del titolo dello stesso e il 23,7% compra un testo dopo averne letto la recenzione nei giornali. Meno del 4% sceglie un testo in base alla casa editrice. Altri fattori di decisione sono:

  • Visita in libreria (14,4%)

  • Popolarità dello scrittore (14,3%)

  • Copertina del libro (13,2%)

  • Recensione del libro in TV (11,6%)

Le Biblioteche Pubbliche sono note ma non utilizzate

La Biblioteca pubblica come luogo di consumo non è utilizzata, nonostante il 77% della popolazione ne sia a conoscenza. Il rapporto evidenzia che generalmente queste non sono frequentate principalmente perchè non se ne sente l’esigenza (43,5%) o perchè non si ama leggere (16,2%).

Altri motivi indicati sono:

  • Raccolgo da Internet le informazioni di cui ho bisogno (12,1%)

  • Non mi piacciono le biblioteche (9,4%)

  • Mi fornisco da altre librerie (6,2%)

  • Non ho tempo (4,1%)

  • E’ distante / Non c’è / Non so dove sia (4,6%)

Le Mappe della Lettura in Turchia

Il Rapporto rappresenta graficamente come le diverse regioni e provincie della Turchia si comportano nei confronti della lettura.

Innanzitutto appare molto evidente (Mappa 1) che guardare la TV (evidenziato in blu) sia il passatempo preferito. Tuttavia la leturra di giornali, riviste e libri come passatempo (evidenziato in viola) è principalmente concentrato nella zona anatolica e nella parte nord-orientale. Ad Izmir, invece, i Turchi preferiscono trascorrere il tempo con la famiglia (giallo).

Tempo Libero in Turchia: Azzzurro (Passare il tempo con gli amici); Rosso (Ascoltare Musica); Blu (Guardare la TV); Giallo (Passare Tempo conla famiglia); Viola (Leggere Giornali / Riviste / Libri)
Mappa 1 -Tempo Libero in Turchia: Azzzurro (Passare il tempo con gli amici); Rosso (Ascoltare Musica); Blu (Guardare la TV); Giallo (Passare Tempo conla famiglia); Viola (Leggere Giornali / Riviste / Libri)

Contro ogni attesa, invece Il maggior numero di libri etti all’anno (Mappa 2) è concentrato nelle province di Erzincan e Ersurun, collocate a Nord Est del paese. Ad Istanbul, la media si attesta tra i 7-8 libri, ad Ankara, coì come ad Antalya, 8-9 libri mentre ad Izmir tra i 5 e i 6 testi all’anno.

mappa 2 - media libri letti per provincia
Mappa 2 – Distribuzione media libri letti per provincia

A possedere il maggior numero di libri (mappa 3), al di là di quelli scolastici, sono le provincie a ridosso di Istanbul (Yalova, Koaceli, Sakarya, Düzge e Bolu) dove per ogni casa sono presenti tra i 51 e i 55 libri. Ad Istanbul la media è di 31-35 per casa, ad Ankara sono 36-40, così come ad Izmir. La media più diffusa nel paese è tra i 26 e 30 libri per abitazione. Generalmente, comunque, la maggiore concentrazione è nelle provincie del Nord che si affacciano sul Mar Nero.

mappa 3 - distribuzione numero libri per abitazione
mappa 3 – distribuzione numero libri per abitazione

Per quanto riguarda i generi dei testi (mappa 4), la Letteratura (indicata in giallo) è molto diffusa sulla costa dell’Egeo, nelle provincie a Nord enella parte orientale del paese. I testi di formazione (in rosso) sono preferiti dalle province centro-occidentali e da quelle del Mediterraneo mentre i testi religiosi (in blu) nella parte dell’Anatolia, a Nord Est e a Sud Est del paese.

mappa 4 - distribuzione generi
mappa 4 – distribuzione generi

Sul fronte dei temi (mappa 5) , i libri d’avventura (azzurro) dominano la Turchia con alcune eccezioni. I libri a tema storico (viola) sono concentrati nelle province del nord, mentre ad est preferiscono i romanzi rosa (rosso).

mappa 5 - distribuzione temi
mappa 5 – distribuzione temi

Rispondi