efes-tourism
Turismo Turchia: bene affari, vacanze e visita a parentşi e amici

Nel quarto trimestre del 2013, i ricavi della Turchia nel settore turistico sono incrementati del 5,5% raggiungendo i 7,8 miliardi di dollari generati per il 77,4% dal turismo straniero e per il 22.6% da cittadini turchi che vivono all’estero. E’ quanto riportato dalle statistiche ufficiali rilasciate dal TÜIK, l’Istituto di Statitica Turco che, su scala annuale, attesta il ricavato  attorno ai 32 miliardi di dollari, di cui circa 25 miliardi in spesa individuale e 7,5 miliardi di dollari da pacchetti turistici.

Secondo i dati rilasciati dall’istituto, i motivi principali dei viaggi a maggior spesa sono vacanze (intese come viaggi, intrattenimento e attività sportive e culturali) e affari. La comparazione anno su anno con il 2012, tuttavia, mette in evidenza alcune nicchie in forte sviluppo come la visita a parenti ed amici (in aumento del 27,5%);  viaggi, intrattenimento e motivi sportivi e culturali (+19%); gli affari (+15%). Significativo anche il dato relativo alla spesa per accompagnamento di persone che, pur rappresentando meno del 2% della spesa, ha registrato un tasso di crescita del 17,7%. Crollano invece le spese dei visitatori in arrivo per Educazione, Shopping, viaggi per motivi religiosi e di salute.

Un ulteriore dato è la crescita del numero di cittadini turchi che visitano paesi esteri. Cresciuti del 33,3% rispetto al quarto trimestre del 2012 (e del 30% circa annualmente), i cittadini Turchi che viaggiano all’estero spendono inmedia 700$ a testa.

 

Rispondi