ihracat-ocak

La sola regione dell’Egeo ha totalizzato nel 2013 un valore di 12,18 miliardi di US$ di beni esportati, con un incremento del 7 per cento rispetto all’anno precedente.

L’Associazione degli Esportatori dell’Egeo (EIB) ha reso noto che di questa cifra, ben 6,8 miliardi di dollari è composta dalla produzione industriale, mentre 4,3 miliardi di dollari sono da imputare all’esportazione di prodotti agricoli che hanno registra un aumento del 15 per cento . Il vero boom però è stato registrato dal settore minerario che ha visto una crescita del 20 % su base annuale assestandosi a quota 1,1 miliardi di dollari. L’unico settore ad essere in difficoltà in questa fase è il tessile che ha visto una riduzione del valore delle esportazioni ci circa il 4 per cento.

Il presidente dell’EIB, Mustafa Turkmenoglu si è dichiarato orgoglioso dei risultati dei diversi settori industriali che, per la prima volta, hanno consentito di sfondare il tetto dei 12 miliardi di US$ di esportazioni. Turkmenoglu ha poi aggiunto che il trend positivo delle esportazioni è destinato a continuare in futuro seguendo lo stesso trend di crescita del PIL turco che, nel biennio 2014-2015, dovrebbe crescere del 3,5-4,5 per cento. Per questo motivo prevede che il valore delle esportazioni dalla ragione Egeo possa raggiungere il valore di 13 miliardi di US$ entro il 2014.

“Negli ultimi mesi, il valore delle le valute straniere è aumentato del 10 % e questo tipo di movimenti rischia di rompere tutti gli equilibri. Noi non vogliamo aumenti improvvisi né della Lira Turca, né delle valute straniere, quello che ci auguriamo è una valuta stabile e competitiva perché l’aumento del valore delle valute straniere determina un aumento delle materie prime che non è possibile far diminuire in caso di un trend inverso.”

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"