startup-turkey-speech

Tre giorni, 700 partecipanti, 150 investitori e 75 Startup. Questi i numeri attesi per la sesta edizione di Startup Turkey che si terrà anche quest anno ad Antalya dal 20 al 22 febbraio presso l’Antalya Rixos Hotel.

Startup Turkey è l’evento di punta della Turchia in tema di startup e riunisce in un unico luogo fondatori, investitori e manager di Startup, Internet company, business angels e venture capitalist provenienti dal Medio Oriente, Europa e Stati Uniti. La formula dell’evento prevede presentazioni e momenti di networking in cui le startup partecipanti avranno occasione di incontrate investitori e business angels . Ciascuna startup avrà 2 minuti e mezzo per presentare al pubblico il proprio progetto e successivamente, durante gli eventi di networking, avrà l’opportunità di prendere contatto con i potenziali investitori.

Con il termine startup si identifica l’operazione e il periodo durante il quale si avvia un’impresa. Il termine oggi è associato generalmente alle nuove imprese ad elevato contenuto tecnologico, in particolare quelle legate al mondo Internet. Negli ultimi anni  la Turchia sta sviluppando una vera e propria “silicon valley” legata a questo mondo tanto che ad Istanbul è presente un’area chiamata Digital Bosphorous, dove hanno sede tutte le principali società sul mercato.

Il mercato delle startup turche sta attraendo notevoli investimenti anche dall’estero. La tedesca Earlybird Ventur Capital, proprio all’inizio della settimana, ha annunciato di aver completato la fase iniziale del suo nuovo fondo – The Digital East Fund (EDEF) – con la raccolta di oltre 110 milioni di dollari  (sui 130 di traget) con cui finanzieranno mercati in fase di forte sviluppo nell’area dell’Europa centrale e dell’Est, dichiarando un interesse particolare verso la Turchia.

In questo settore il mercato Turco registra già notevoli successi. Gittigidiyor.com, ad esempio, nel 2012 è stato comprato da eBay per 220 milioni di dollari e Markafoni, altro sito di e-commerce noto nel paese, è stato acquistato dalla multinazionale Naspers. Non solo. Ciçeksepeti ha visto entrare nell’azionariato niente di meno che Amazon e Yemeksepeti, sito per l’ordinazione e la consegna a domicilio di prodotti di ristorazione, sta varcando i confini nazionali per offrire il servizio in alcuni paesi dell’est europa. Nel settore del gaming on-line, la Turchia può vantare la maternità di Peak Games, una delle prime 5 compagnie al mondo per la creazione di giochi online e per mobile.

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"