Izmir Buyuksehir

Fitch Ratings ha confermato a BBB- il rating di Izmir per quanto riguarga la valuta locale ed estera di lungo periodo. Il Rating nazionale a lungo periodo è stato nuovamente confermato a AA+(tur) con outlook stabile (leggi anche: “Fitch mantiene il rating AA+ di Izmir“)

Il rating di Izmir – si legge nella nota dell’agenzia riportata da Reuters – riflette il suo forte margine operativo, l’economia ricca e l’attesa riduzione dei debiti. Inoltre rispecchia la necessità di un crescente e alto capitale di spesa e il suo debito non coperto dominato da valuta estera. Fitch si attende che Izmir continui a generare forti margini operativi pari al 55%-60% nel periodo 2014-2016, guidata dalla sua economia positiva e ben diversificata. Le nuove responsabilità generate dall’allargamento dell’area metropolitana fino ai confini della Provincia sembrano non generare nuovi significativi introiti dalle tasse, per via della poca popolazione delle aree incluse, ma non di meno è probabile che questo generi un aumento nella spesa di capitale.

Izmir – continua la nota – affronta un rischio sulla valuta estera pari al 47% del suo debito non coperto, cresciuto del 18.4% nel 2013 a 832,3 milioni di Lire Turche. La crescita è stata dovuta principalmente al deprezzamento che la Lira Turca ha subito lo scorso anno e dal nuovo prestito principalmente in Euro da parte dell’Agenzia di Sviluppo Francese per l’acquisto dei ferry boat per il trasporto pubblico (vedi: “110,8 milioni di euro per i trasporti marittimi” e “Atlri 82 milioni per il trasporto marittimo“).

Fitch comunque si aspetta che il rischio diretto diminuisca dal 40% del 2013 a circa il 30% delle entrate correnti entro il 2016 (assumendo che non ci siano uleriori deprezzamenti della Lira Turca). L’agenzia prevede che l’equilibrio del rischio diretto sul corrente rimanga sotto 1 anno nel periodo 2014-2016 in quanto Izmir inizia ad ammortizzare il proprio debito diretto.

Le esposizioni contigenti sono in leggero aumento per via dei servizi forniti dalle aziende pubbliche. Eshot e Uzsu, in particolare, hanno dimostrato un budget non equilibrato, richiedendo iniezioni considerevoli di capitale da parte della municipalità.  La città inoltre fornisce garanzie per la società di trasporti su rotaia (TCDD, ndr), che ammontano nel 2013 a 153 milioni di TL. Considerando il debito delle aziende pubbliche e le garanzie prestate a TCDD, il rischio diretto sale al 64%.

Nel 2014 l’area di competenza di Izmir è allargata a tutta la provincia. Questo ha portato ad un aumento del 96% del territorio che ora è di 12,007 chilometri quadrati ma solo del 13,2% della popolazione raggiungendo i 4,1 milioni di abitanti. Mentre la città punta a migliorare le infrastrutture ed i servizi nella nuova area metropolitana allargata (leggi: “IZBAN, l’obiettivo è collegare Bergama a Selçuk in un’unica tratta“), Fitch si aspetta un aumento della spesa di captale a cui, tuttavia, potrebbe non corrispondere un altrettanto aumento di ricavi derivanti dalle tasse a causa della limitata espansione della base di popolazione.

Cosa potrebbe Influenzare il Rating di Izmir?

Secondo l’agenzia Fitch, il Rating sulla valuta estera di Izmir potrebbe essere influenzato da un abbassamento di quello nazionale. Inoltre anche un aumento del suo debito diretto a più del 35% e/o l’aumento del debito dominato da valuta estera alla luce delle necessità di spesa capitale esporrebbe la città ad un downgrade. Viceversa, un effetto positivo potrebbe essere portato dall’alleggerimento  dei prestiti contingenti  e la continuazione del rafforzamento finanziario, associato con una spesa operativa inferiore al budget  e un miglioramento del rating nazionale.

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"