Premio Pietro Conti

Raccontare l’emigrazione degli Italiani all’estero. Con questo obiettivo nasce il premio letterario Pietro Conti “Scrivere le Migrazioni”. Giunto alla sua nona edione, il concorso nasce per dare voce alle donne e agli uomini protagonisti dell’emigrazione italiana, per conservarne la memoria rendendola patrimonio di tutti.

Al premio può concorrere chiunque sia interessato, Italiano o straniero, attraverso la presentazioni di elaborati che rientrino in una delle due sezioni previste dal concorso:

a)  NARRATIVA/MEMORIALISTICA , a cui possono concorrere racconti  o descrizioni in forma letteraria, fatti, situazioni, stati d’animo ed esperienze di vita nel contesto migratorio, ovvero biografie, autobiografie che descrivano, con la precisione e i riferimenti dovuti, esperienze migratorie autenticamente vissute e realmente accadute.

b) STUDI E RICERCHE sull’emigrazione italiana e l’immigrazione in Italia svolti in qualsiasi università, centro di ricerca ed istruzione superiore italiana o straniera o da singoli studiosi.

Gli elaborati, che non dovreanno superare i 55.000 caratteri (spazi inclusi), dovranno essere presentati entro il 31 Luglio 2015. Una giuria composta di 7 membri assegnerà, in ciascuna categoria, un premio di 1.500 euro al vincitore e di 1.000 euro al secondo classificato.

Scarica il bando: IX Premio Pietro Conti “Scrivere le Migrazioni” [PDF]

Promosso da Filef e Regione Umbria, in collaborazione con ISUC e Museo regionale dell’emigrazione, il premio letterario Pietro Conti “Scrivere le Migrazioni” è intitolato al  primo Presidente della Giunta Regionale dell’Umbria, il quale si impegnò con coerenza  e con passione, sia a livello regionale che nazionale, per il riconos cimento e la tutela
dei diritti dei cittadini migranti.

 

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"