olivtech

Parte oggi e si chiuderà domenica 13 aprile la quarta edizione OLIVTECH, la fiera delle olive, dell’olio d’oliva e delle tecnologie per la lavorazione, dalla raccolta e spremitura all’imballaggio. Un appuntamento che raccoglierà non solo i produttori nazionali ma anche internazionali provenienti da diversi paesi.

Secondo i dati riferiti al 2012 dell’Istituto di Statistica Turco (TÜIK), la produzione nazionale di olive si è attestata attorno a 1,8 milioni di tonnellate con un incremento del 4% rispetto all’anno precedente, su un territorio coltivato di 813 mila ettari, in aumento del 2% rispetto all’anno prima.

La regione Egea genera il 48% della produzione nazionale di olive con 878 mila tonnellate ed i suoi terreni rappresentano il 54% del totale nazionale. A sorprendere è Izmir che nel 2012 ha visto un incremento del 23% della produzione rispetto all’anno precedente, attestandosi ben al di sopra della media nazionale. Izmir produce il 39% delle olive della Regione e le sue coltivazioni costituiscono il 22% di quelle regionali.

Non solo Olivtech.

Secondo il calendario pubblicato dall’Ente Fiera, negli stessi giorni si terrà anche la quinta edizione Ekoloji Izmir che amplia l’offerta con i prodotti organici, un settore che negli ultimi anni sta avendo un notevole sviluppo proprio nella regione EGEA.

Secondo le rilevazioni del TÜIK, nel 2012 la Regione EGEA ha prodotto oltre 262.000 tonnelate di prodotti organici (pari al 15% della produzione nazionale) su circa 82.000 ettari di terreno (12% del totale dei terreni dedicati alla produzione organica in Turchia) con più di 10.500 aziende (pari al 19% delle imprese che operano nel settore). Rispetto al precedente anno (2011), la produzione è aumentata del 20% nella regione e del 25% nella sola Izmir, contro una crescita nazionale del 5,5%.

 

 

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"