A pochi giorni dall’entrata in vigore, il nuovo piano dei trasporti di Izmir ha generato innumerevoli polemiche e la rete impazza di immagini satiriche e polemiche.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il 29 Giugno il Comune Metropolitano di Izmir e la società pubblica di trasporti EsHot hanno dato il via alla riorganizzazione delle linee di autobus (Leggi:” Trasporti Izmir: da Domenica cambia tutto“) . Già al momento dell’annuncio, il piano aveva generato alcuni malumori poichè molte delle linee che collegavano i distretti sarebbero state eliminate e le tratte, prima copribili con un solo viaggio, avrebbero richiesto l’utilizzo di almeno due mezzi.

L’obiettivo, secondo il piano, sarebbe stato quello di ottimizzare le linee rendendo più frequenti i mezzi e permettendo una maggiore interconnessione tra i diversi distretti della città. Il piano prevede la creazione di punti di interscambio, da cui partono le linee inter-distrettuali, e la creazione di linee circolari all’interno dei distretti.

Questo ha portato alla creazione di alcune nuove linee e alla cancellazione di molte altre. Chi abita a Karşiyaka-Bostanlı-Mavişehir, ad esempio, si è trovata rtidotta la linea 121 che, prima del nuovo piano organizzativo, collegava la stazione della metropolitana di Mavişehir con Konak. Ora la linea, parte dal porto di Bostanlı che può essere raggiunto con altre linee circolari. Ancora, per raggiungere Bornova da Bostanlı era possibile utilizzare la linea 330 che effettuava il percorso Bostanlı İskele, Karşiyaka, Bayraklı sino a Evka3. Il capolinea del 330, molto usata dagli studenti per raggiungere l’univerità di EGE, è stato spostato ad Halkpınar dove le linee di metropolitana e IZBAN si incrociano. Chi era abituato a questo servizio, quindi, deve prendere la nuova linea che collega Bostanlı Iskele ad Halkpınar e di lì prendere la metropolitana in direzione Bornova; oppure andare a Konak in vaporetto e ancora con la metropolitana fino a Bornova.

halkpinar station
Halkpınar dopo la nuova organizzazione dei trasporti

Proprio la stazione di Halkıpınar è la vittima eccellente di questa nuova organizzazione. Già unico punto di raccordo tra la la metropolitana e l’Izban (la metropolitana di superficie), ora si trova ad essere capolinea di molte linee di autobus, creando innumerevoli disagi dovuti all’aumento del traffico passeggeri.

Secondo alcuni dati, i tempi di percorrenza si sono allungati anche di mezz’ora. Molti auspicano che il Comune faccia un passo indietro e che, a Settembre, ripristini il precedente sistema o, quantomeno, le interconnessioni tra i distretti senza la necessità di convergere verso il centro.

Nuovo piano trasporti izmir

Rispondi