Lo avevamo annunciato a Gennaio. Nel piano di potenziamento dei trasporti pubblici, Il Comune metropolitano di Izmir (Smirne) realizzerà una linea ferroviaria leggera urbana (TRAM) che effettuerà tre tratte: Maişehir – Alaybay (16 fermate); Konak – Fahrettin Altay Meydanı (19 fermate) ; la  terza linea pianificata è quella tra Şirinyer e Dokuz Eylül University a Tınaztepe.

Il progetto, secondo quanto riportato dal quotidiano Daily Sabah  avrà un costo complessivo di 157 milioni di euro e sarà co-finanziato da European Bank for Reconstruction and Development (EBRD) con una quota di 38.5 milioni a cui si aggiungeranno 20 milioni dell’Agence Française de Developpement (L’agenzia di sviluppo francese) ed altri 38.5 milioni di ING Bank. La città metropoliana investirà i rimanenti 40 milioni. I tram saranno forniti dalla coreana Hunday Rotem, che l’8 Agosto scorso ha annunciato di essersi  aggiudicata l’appalto per la fornitura di 38 tram sugli 85 previsti dal piano di sviluppo.

I trasporti urbani su rotaia a Smirne

In linea con gli obiettivi che si era data per le candidature (2015 – 2020) dell’Expo (Route to a better world / Health for all), Izmir negli ultimi ha effettuato importanti investimenti nel trasporto pubblico che, già oggi, risulta sopra gli standard di molte città europee, in particolare dell’Italia. L’obiettivo è quello di preparare le infrastrutture per disincentivare l’uso delle auto private che, nonostante gli elevati costi di acquisto, di mantennimento e utilizzo , sono in aumento esponenziale e stanno creando seri problemi alla mobilità urbana.

Attualmente a Smirne sono presenti una linea metropolitana di superficie, che segue la direzione nor-ovest sud-est e collega l’area industriale di Aliağa sino a Cumaovasi rendendo agevole il collegamento con l’aeroporto di Adnan Menderes, e una linea metropolitana che segue l’asse Nord-Est Sud-Ovest e che collega la zona residenziale di Evka-3 a Fahrettin Altay Meydanı. Le due linee si incontrano in due punti: Hilal e Halkıpınar, dando la possibilità di interscambio tra le due direzioni.

Per entrambe le tratte sono previste delle estensioni. La Metropolitana di Superfice sarà estesa per poter raggiungere a Nord la città di Bergama e a sud quella di Selçuk, mentre l’attuale linea metropolitana sarà estesa sino all’Ospedale di Dokuz Eylül. E’ prevista, poi, la realizzazione di nuove linee della Metro per collegare anche l’interno della città. Da un lato una tratta che collegherà Halkpnar con Otogar, punto di partenza degli autobus nazionali, e dall’altro da Uçyol al nuovo Campus dell’Università di Dokuz Eylül. Questa linea incorcerà la metropolitana di superfice a Şirinyer rendendo semplice il raggiungimento del Campus, sino ad oggi isolato, sia dal centro città sia dall’Aeroporto.

La rete dei trasporti su rotaia a Izmir (Smirne)

Come funziona la rete di trasporti a Smirne

Il sistema dei trasporti pubblici è costitutito da una rete marittima (gestita da Izdeniz), rete metropolitana (Izmir Metro), rete ferroviaria urbana (metropoblitana di superfice, gestita da IZBAN), trasporto automobilistico (ESHOT) e dalla prossima realizzazione, per l’appunto, del tram.

Nonostante le differenti gestioni, i sistemi sono integrati attraverso la società Kentkart che mette a disposizione i sistemi di pagamento unificato per il trasporto urbano. Ad oggi, il costo del biglietto è di 2 lire e ha una validità di 90 minuti durante i quali è possibile usufruire di qualsiasi mezzo della rete dei trasporti.E’ possibile acquistare la kentkart presso uno degli appositi Kentkart Yukleme Noktası (Punti di ricarica Kentkart) che sono presenti nelle stazioni delle metropolitane o nei porti. Il costo iniziale della carta è di 6 TL a cui si aggiunge quello di ricarica che può essere fatto con qualsiasi taglio. Le ricariche, inoltre, possono essere effettuate anche tramite i totem automatici attraverso una semplice procedura. Il limite, tuttavia, è che il sistema è solo in lingua turca.

Kentark, nata appunto per la gestione integrata dei servizi, è oggi anche una società di mercato che ha, valorizzando l’esperienza acquisita, si propone sia a livello nazionale (è presente, ad esempio, ad Adana, Antalya, Bodrum, Çanakkale ed aşltr città),  sia  a livello internazionale per la gestione delle reti di trasporti in tutto il mondo. Ad oggi ha realizzato progetti in Giordania, Serbia, Qatar, Pakistan, Ungheria, Kosovo, Macedonia e Polonia.
 

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"