Una archeologa alla direzione dell’Istituto Italiano di Cultura di Istanbul. Si tratta di Alessandra Ricci, assistente professore alla Koc University. Sua la scoperta del Monastero Bizantino di Istanbul.

alessandra-ricci-istituto-italiano-di-cultura-istanbul

Una archeologa alla direzione dell’Istituto Italiano di Cultura di Istanbul.

Si tratta di Alessandra Ricci, classe 1960, laureata in Lettere e Filosofia all’Università La Sapienza di Roma con Ph.D. in Storia dell’arte e dell’architettura tardoantica e bizantina conseguito all’Università di Princeton.

Specializzata nell’area del Mediterraneo orientale in epoca romana, islamica e ottomana, su cui ha pubblicato saggi ed articoli, Alessandra ricci è professore assistente presso il Dipartimento di Archeologia e Storia dell’Arte dell’Università Koc di Istanbul. Ha diretto vari progetti scientifici e di conservazione sostenibile a livello internazionale, tra i quali, attualmente, uno con il Museo archeologico di Istanbul.

Sua è la scoperta, nel 2010, dell’unico complesso monastico di epoca bizantina ancora visibile al Küçükyalı Arkeopark, una delle più ampie aree archeologiche collocata nella parte asiatica di Istanbul.  Il complesso, sino ad allora, era ritenuto essere un antico palazzo ottomano. Sulla base degli studi effettuati dalla dott.ssa Ricci, sulle fonti e direttamente nel sito, fu accertato che si trattava di un monastero di epoca bizantina risalente al IX secolo a.C. Alessandra Ricci, precedentemente è stata anche Direttore degli scavi nel progetto congiunto Unesco-Ca’Foscari al Monastero di San Nicola in Albania.

Il profilo della dott.ssa Ricci è sicuramente di alto livello e dalla sua ha anche una presenza pluriennale sul territorio e relazioni con il mondo accademico e istituzionale locale. In virtù di questo, il suo ruolo diventa ancor più importante per incrementare la presenza Italiana nelle aree di scavo in Turchia e nella ricerca di quelle connessioni storiche che, nei secoli, hanno legato Italia e Turchia.

Un giornalista all’Istituto Italiano di Cultura di Parigi

Fabio Gambaro -IIC Parigi

Contemporaneamente alla nomina di Alessandra Ricci, è stato scelto anche il direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Parigi: Fabio GAMBARO (1958).

Laureato in filosofia presso l’Università di Milano, è giornalista culturale per numerose testate italiane e francesi (tra cui “La Repubblica”, “il Sole 24 ore”, “L’Unità”, “Le Monde” e “Livres Hebdo”) e membro del Dipartimento di Studi italiani della Sorbona.

Vive e lavora a Parigi da più di 25 anni, avendo maturato una profonda conoscenza del Paese; ha curato l’ideazione, l’organizzazione e la gestione di tavole rotonde, presentazioni, interviste con autori ed artisti italiani e francesi nell’ambito di numerose manifestazioni culturali sia in Italia che in Francia.

3 Commenti

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"