L’edizione 2013 aveva registrato oltre 1.500 partecipanti, 541 aziende, 36 sponsor e oltre 70 relatori per un totale di 10 ore di programma articolato in 37 sessioni. Si tratta di Webrazzi Summit, la conferenza sulle tendenze di Internet organizzata dal sito Webrazzi, che quest’anno prenderà vita l il 25 Settembre prossimo allo Swissotel The Bosphorous nel quartiere Beşiktaş a Istanbul.

Il summit affronta temi quali  Marketing Digitale, Social Media, E-commerce, Venture Capital, Online Gaming, Applicazioni Mobile. Tra gli 80 relatori previsti, molti sono nomi internazionali. Così nel panel, ad oggi, sono previsti nomi quali Heather (Managing Director di HotelTonight.com), Justin Dewhirst (Microsoft), Mike Butcher (TechCrunch) e molti altri.

In attesa dei risultati del convegno, abbiamo provato ad analizzare lo stato di Internet in Turchia per avere una idea di cosa sia successo quest’anno.

Internet e Turchia. Un primo dato sul 2014.

Secondo dati ufficiali di TürkStat, Internet ad oggi è utilizzato dal 60% delle famiglie. In termini di indivdui, nel 2014 il 54% della popolazione dichiara di averlo utilizzato almeno una volta negli ultimi tre mesi; nel 2014 era il 49% (+5% anno su anno). Gli uomini lo utilizzano di più rispetto alle donne: il 63,5% della popolazione maschile contro il 44,1% di quella femminile.

Turchia - Utilizzo di Internet 2014 per Genere e Fascia di Età
Turchia – Utilizzo di Internet 2014 per Genere e Fascia di Età

Analizzando il dato per fascia di età, non sorprende che il più elevato utilizzo si registri tra la popolazione di età compresa tra i 16 e i 24 anni (73%), e dove la differenza di genere si sente meno rispetto ad altri segmenti. Infatti nella fascia 16-24, le donne che utilizzano internet sono il 63,2% della popolazione femminile contro l’82,8% di quella maschile. Differenza che si riduce al 7% nelle fascie di età avanzate, in particolare tra i 65 e 74 anni ma in cui le donne ad utilizzare la rete sono poco più dello 0%. Interessante, invece, evidenziare che il gap maggiore tra i due generi sia nella fascia produttiva centrale, quella tra i 25-34 anni, dove la differenza di penetrazione sale sino al 23%.

Turchia - Utilizzo di Internet 2014 per Livello di Educazione
Turchia – Utilizzo di Internet 2014 per Livello di Educazione

In rapporto al titolo di studio, non sorprende constatare che l’utilizzo di Internet aumenta all’aumentare del livello educativo. Infatti se solo il 3,2% degli alfabetizzati ma senza titolo di studio utilizzano internet, nel segmento Alta educazione questa percentuale sale al 94%. Il secondo fatto è che, sempre all’aumentare del livello di educazione, si annulla la differenza di genere.  Se tra coloro che posseggono un titolo di scuola primaria si registra una differenza di quasi 10% tra uomini e donne, tra coloro che hanno un titolo di laurea / master / dottorato questo gap quasi si azzera attestandosi a un 0,2% in più di uomini.

Turchia - Utilizzo di Internet 2004-2014 per Livello di Educazione
Turchia – Utilizzo di Internet 2004-2014 per Livello di Educazione

Sempre in relazione a genere e livello di educazione, sono interessanti le evidenze che emergono dal confronto con il 2004. Raffrontando le percentuali di penetrazione, infatti, si nota come in 10 anni la diffusione maggiore si sia più concentrata tra le donne di educazione secondaria, professionale e universitaria. In ciascuno di questi segmenti, infatti, le donne hanno fatto registrare uno sviluppo superiore rispetto al totale.

Turchia - Motivi per cui viene utilizzato Internet (2014)
Turchia – Motivi per cui viene utilizzato Internet (2014)

Internet è utilizzato principalmente per partecipare ai Social Network, visto che il 73% della popolazione indica questo come primo motivo. Il fatto particolare è che tuttavia, “solo” il 47,8% condivide foto / immagini /altro, ad indicare che si tratta più di un uso passivo (di consumo) piuttosto che di produzione. Dato ancor più evidente, visto che solo il 4,3% dice di utilizzare la rete per creare e gestire un proprio blog.

Conclusioni

A quanto emerge dai dati, la spinta sul fronte educativo comporta una “reale” parità di genere anche nell’accesso alla tecnologia. Tuttavia tale accesso, ad oggi, non è maturo. Internet sembra essere quasi un media alternativo alla televisione. Nonostante vi sia una grande diffusione dei social media, questi vengono utilizzati principalmente in modo passivo, come fruitori e non produttori di contenuti. Anche se da questo punto, le donne sembrano essere più attive nella condivisione di contenuti auto-prodotti. Gli uomini, al contrario, sembrano maggiormente attenti al reperimento di informazioni.

Turchia -Utilizzo attivo della rete - Evoluzione
Utilizzo attivo della rete – Evoluzione

La scarsa attenzione alla creazione e cura dei blog potrebbe essere un effetto della combinazione di due fattori: 1) una bassa “cultura” della rete, intesa come strumento di comunicazione personale, abbinata a 2) timore di esprimere le proprie idee. Questo secondo dato sembra essere confermato anche dalla serie storica:

  • la percentuale di chi creava e manteneva un blog era del 4% nel 2008, del 5% nel 2012 per scendere al 4,7% nel 2014
  • la percentuale di chi commentava temi politici e sociali era 50,8% nel 2011 e del 28, 7% nel 2013

Se per il secondo punto consideriamo anche le rilevazioni di chi, più in generale, dichiarava di partecipare a discussuioni su chat, social network, blogs, newsgroup, si nota un trend nettamente discendente a partire dal 2008.

Il calo di partecipazione alle discussioni, comunque, potrebbe essere una variazione dei comportamenti di utilizzo. Infatti osservando le percentuali di chi dichiara di condividere contenuti auto-prodotti, notiamo sempre dal 2008 un trend in crescita che passa dal 11,9% al 47,8% del 2014.

Purtroppo le rilevazioni anno su anno sono di difficile confronto in quanto non esiste omogeneità tra le categorie, che si possono assimilare solo “ad sensum” ma, proprio per questo, potrebbero fornire indicazioni non del tutto corrette.

Rispondi