altare-di-pergamo

Il Pergamon Museum di Berlino è il luogo dove sono custoditi, dal 1800, i resti dell’altare di Zeus di Bergama ma non solo. Al suo interno sono collocati anche i resti della porta del mercato di Mileto. Secondo quanto riportato da Il Mitte, quotidiano di Berlino in lingua italiana, a partire dal 29 settembre ha chiuso le porte per la necessità di restauri e tornerà a riaprire – parzialmente – nel 2019. Si dovrà aspettare l’inizio della nuova decade per poter accedere completamente alla struttura.

Esiste una lunga disputa tra Turchia e Germania relativamente al possesso dei beni archeologici conservati oggi a Berlino. Da molti anni il governo Turco ha chiesto a quello tedesco la restituzione di alcuni artefatti, tra cui proprio l’altare di Zeus, in quanto appartenenti ai luoghi in cui questi sono stati reperiti. Tuttavia la Germania ha sempre rifiutato la restituzione. Parlando con il quotidiano DER SPIEGEL nel 2012, Hermann Parzinger, presidente della Fondazione di Beni Culturali Prussiani, che sovraintende ai musei statali di Berlino, sostenne che la Turchia non ha un sistema consolidato per preservare i beni archeologici accusando che questi siano l’ultimo dei loro pensieri, arrivando a parlare di comportamento “sciovinista”.

In una intervista al quotidiano DER SPİEGEL nel 2013, il Ministro Turco dei Beni Culturali, Çelik, rispondeva puntualmente e pesantemente alle accuse mosse arrivando a sostenere che tali reperti fossero stati sottratti illegalmente dal territorio e che, per tale motivo, la Turchia sia nella posizione di rivendicarne la proprietà.

Proprio Bergama, quest’anno, è stata inserita nell’elenco dei Beni Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. L’iscrizione in tali liste è condizionata dalla dimostrazione di essere in grado di poter conservare e promuovere in modo adeguato il patrimonio culturale. Il risultato ottenuto, quindi, faceva sperare in una nuova possibilità per la Turchia di riavere l’altare di Zeus. L’investimento di Berlino per la riqualificazione del Pergamon Museum, tuttavia, sembra confermare ancora una volra la posizione tedesca nel non voler restituire i resti archeologici.

Il Pergamon Museum ospita tre collezioni: Antikensammlung (Collezione delle antichità classiche – dove è conservato il’altare di Zeus e la porta del mercato di Mileto ), il Vorderasiatisches Museum (Museo dell’antico Vicino Oriente – che contiene i resti dell’antica Babilonia), e il Museum für Islamische Kunst (Museo dell’arte Islamica) dove sono conservati i resti di una nicchia di preghiera proveniente da Konya.

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"