Foca - castello

Collocato a circa 70 chilometri a nord di Izmir, Foça è una piccola città balneare nota tra i residenti ma quasi completamente esclusa dai circuiti turistici internazionali e che, nella sua storia plurimillenaria, ha uno strettissimo legame con l’Italia.

Nota nel periodo ionico come Focea, la città fu fondata nell’VIII secolo a.c. da coloni provenienti da Eritria ed il suo nome, con ogni probabilità, deriva proprio dalla loro regione (Focide). Nel 1275, mentre era feudo dell’Impero bizantino, Foça fu conquistata dai Genovesi per la sua posizione strategica e per i due porti naturali grazie ai quali, dalla fondazione in poi, sviluppò un importante porto marittimo, strategico per il commercio con il Mediterraneo.

Foça ha una presenza millenaria nelle cronache e nell’immaginazione del mondo antico. Proprio in due delle isole che fronteggiano la città, Orak e Incir, Omero collocava nell’Odissea le sirene che attraevano i naviganti e che Odisseo sfidò facendosi legare all’albero della sua nave. Erodoto raccontava come gli abitanti di Foça fossero esperti naviganti (forse per questo i Genovesi la conquistarono? NdR) ed il che la rese, assieme a Mileto, uno dei porti principali dell’Egeo.

Gli scavi archeologici iniziarono nei primi del ‘900 e riportarno alla luce tracce del periodo Ionico, Ellenistico e Romano confermando come fosse una fiorente città.

Della sua Storia antica, tuttavia,  rimane poco, come ad esempio lo Şeytan Hamamı (il Bagno del Diavolo), un hamam risalente al IV sec. a. C. situato all’interno di un’area militare non accessibile al pubblico. Invece è accessibile, anche se situato a 7 kilometri dal centro, la Tomba Persiana, una delle poche testimonianze rimaste dal periodo in cui i Persiani, guidati da Ciro il Grande, nel 546 a.C. , conquistarono la città. Sono ancora intatte, e chiaramente visibili, le mura della città che rendevano l’antica Foça una fortezza sul mare ed alcuni dei mulini a vento utilizzati utilizzati nell’antichità per macinare il grano. Poco è rimasto, invece, del tempio di Atena che si ergeva sul promontorio che separa le due baie della città: Büyukdeniz (il Grande Mare) e Küçükdeniz (il Piccolo Mare). Si pensa che il tempio fosse stato costruito del VI sec. a.C. ma fu distrutto quando i persiani conquistarono la città e, successivamente, da un incendio nel V sec. a.c. Sono stati rinvenuti altri reperti come mosaici, manifatture (alcune delle quali coservate al Museo Archeologico di Izmir), ma anche un teatro all’aperto e un castello.

A fianco dell’antichità, sono ancora visibili le più recenti opere realizzate dai Genovesi e dagli Ottomani, come la Moschea di Fatih (del 1455), il cimitero ottomano (usato dal XVI sec. al XIX sex.), la Moschea di Kayalar (del XV -XVI sec.) e il Beş Kapılar Kale (Castello delle cinque porte) realizzato dai Genovesi su una precedente struttura ellenistica.

Rispetto ad altre città come Alaçatı o Çeşme, proprio grazie ad un turismo più locale, Foça ha mantenuto una autenticità che le sue sorelle più note, anche a causa di pesanti interventi di restauro, hanno perso trasformandosi in aree turistiche di massa. Inoltre, l’ambiente circostante immerge la città in una natura ed in un paesaggio quasi unico che alterna vedute tipiche della macchia mediterranea a piccole e medie coltivazioni.

Come andare a Foça

Per raggiungere Foça da Izmir senza utilizzare l’automobile esistono alcune possibilità.

Metropolitana di superficie + Autobus. Prendere la metropolitana di superficie (IZBAN) in direzione Aliağa e scendere alla fermata Hatundere. Dalla stazione parte l’autobus 744 che in 40 minuti circa porta a Foça. Se partite dall’aeroporto il viaggio durerà in totale circa 2 ore.

Autobus. Dalla stazione degli Autobus (Ötögar), partono ogni mezz’ora circa linee per Eski Foça.

Mare. Dal 1 Agosto 2015, per tutta l’estate, la compagnia di trasporti navale IZDNIZ effettuerà, solo nei fine settimana, collegamenti navali dai porti di Konak e Karşiyaka a Foça. Le navi partiranno nella tratta Karşiyaka-Konak-Foça alle 8.00 e alle 18.00 e da Foça per Izmir alle 10.05 e alle 20.05. Il viaggio dura quasi 2 ore ed il costo è di 10 TL o, se siete studenti, 6 TL.

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"