Prende il via la XVIIa edizione della Settimana della Lingua Italiana nel mondo che anche in Turchia offre un calendario ricco di appuntamenti durante i quali si svilupperanno i temi dell’ “L’Italiano al cinema, l’Italiano nel Cinema”. Anche quest’anno, il programma risulta particolarmente articolato (10 eventi in 2 città) e si avvarrà della collaborazione di numerosi enti ed università italiane e turche, consentendo di affrontare le diverse declinazioni del rapporto tra lingua italiana e cinema.

Tra le iniziative globali, fino al 22 ottobre, è possibile scaricare (in versione e-bookmobi, o pdf) il volume realizzato dall’Accademia della Crusca – a cura di Giuseppe Patota e Fabio Rossi – e dedicato ai temi della Settimana della Lingua italiana. Nell’ambito rubrica “il Cinema alla Radio” della trasmissione Hollywood Party di Radio Rai 3, in occasione della Settimana della Lingua italiana, è stato creato il cofanetto “Senti chi parla”: 15 puntate del Cinema alla Radio dedicate ad altrettante pellicole: dall’espressionismo di Totò al latino maccheronico de L’armata Brancaleone, fino all’italiano letterario de Il Gattopardo. Clicca qui per accedere ai contenuti.

Per quanto riguarda la iniziative in Turchia, l’Ambasciata di Ankara ha preparato un calendario di eventi che terranno occupati gli appassionati di cinema (scarica il programma).

Settimana della lingua italiana ad Ankara

La manifestazione si aprirà con la presentazione del documentario “1200 km di bellezza”, prodotto dall’Istituto Luce con il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali. Per l’occasione sarà presente il regista Italo Moscati che racconterà la sua esperienza di documentarista agli studenti del Dipartimento di Italianistica dell’Università di Ankara.

Sarà poi la volta dell’inaugurazione di “Casa Italia”, sede dell’associazione culturale IDD (Amicizia Italia) che, in collaborazione con l’IIC di Istanbul e questa Ambasciata, organizza corsi di italiano nella capitale turca avvalendosi di un pool di insegnanti altamente qualificati. Casa Italia intende inoltre essere un centro di aggregazione per quanti, ad Ankara, hanno interesse verso la nostra cultura e la nostra lingua.

Non mancherà il tradizionale appuntamento realizzato in collaborazione con l’Ambasciata svizzera: la presentazione del film “Non ho l’età” con la partecipazione del regista ticinese Olmo Cerri.

Contemporaneamente, il 17 ottobre, l’emittente pubblica RadyoTRT3 dedicherà una trasmissione in diretta radiofonica ad alcune delle più celebri colonne sonore di compositori italiani. Ad animare la trasmissione ci sarà il prof. Can Aksel Akın, compositore e docente di composizione e direzione d’orchestra presso il Conservatorio Statale Hacettepe di Ankara.

Il 18 ottobre, in collaborazione con l’Università di Bilkent, verrà organizzata una tavola rotonda dedicata all’influenza del cinema italiano sul cinema turco ed alle co-produzioni cinematografiche tra i due Paesi, che vedrà la partecipazione di docenti italiani e turchi. Lo stesso giorno presso Casa Italia è inoltre prevista una lezione aperta dedicata al personaggio cinematografico di Fantozzi ed, in particolare, al termine “fantozziano”, entrato ufficialmente nel vocabolario della lingua italiana a distanza di 40 anni dalla creazione del personaggio da parte di Paolo Villaggio.

Il successivo 19 ottobre presso l’Università di Ankara è invece previsto un seminario della prof.ssa Pierangela Diadori, docente di linguistica presso l’Università per stranieri di Siena, intitolato “Lingua e sottotitoli: tradurre da cultura a cultura” che consentirà, avvalendosi anche di brevi filmati, di introdurre alcuni principi di fondo sulla traduzione per i sottotitoli, che deve tener conto sia del canale visivo e verbale, sia del codice orale e scritto attraverso i quali il messaggio giunge agli spettatori. A seguire, grazie alla collaborazione con la Anadolu Universitesi, sarà possibile presentare il documentario 1200 km di bellezza anche nella città anatolica di Eskisehir.

Venerdì 20 ottobre, sarà la volta dell’intervento del prof. Paolo Sommaiolo dell’Università
Orientale di Napoli che, presso il dipartimento di italianistica del principale ateneo di Ankara
illustrerà il linguaggio teatrale napoletano e la sua trasposizione cinematografica, con particolare riferimento al celebre film di Totò “Un turco napoletano”. La settimana sarà infine conclusa dal concerto “Soundtrack” organizzato dall’orchestra sinfonica dell’Università di Baskent con l’esecuzione di alcune delle più celebri colonne sonore che hanno fatto da sfondo a film italiani e stranieri.

La settimana della lingua Italiana ad Izmir

Da lunedì 16 a venerdì 20 ottobre si svolgerà presso il Cinema Karaca di Izmir (ingresso gratuito) un cineforum dedicato alla conoscenza della nostra cinematografia. Organizzata insieme al Comites di Izmir, la manifestazione mira ad avvicinare il pubblico smirniota alla nostra cultura attraverso la proiezione di cinque pellicole italiane sottotitolate in lingua turca.

Giovedì 19 ottobre sarà la volta della conferenza di Alberto Castellano, critico ed esperto cinematografico, ospitata dall’Università Ekonomi di Izmir. L’incontro consentirà di analizzare il rapporto tra la lingua italiana del cinema nazionale e il dialetto utilizzato in molte pellicole, con un focus sul peso espressivo e narrativo che ha il cinema dialettale-regionale nell’ambito della produzione italiana.

Infine, venerdì 20 ottobre, presso la Scuola Gelisim di Izmir, il Consolato e l’Associazione di amicizia italiana di Izmir presenteranno ai giovani studenti i temi della Settimana della lingua, allietando l’incontro con la proiezione della pellicola italiana “Italo”.

 

Rispondi