Ormai ci siamo, manca una settimana a Natale. Se sei ancora indeciso su cosa regalare ai tuoi amici e parenti, oltre alla lista di cinque libri che ti abbiamo proposto qualche tempo fa e ai titoli in libreria, ecco altri spunti per darti qualche idea.

Se sei in Turchia, saprai benissimo dove trovarli: bazar, negozi e supermercati ne sono pieni. Viceversa ti farà piacere sapere che sono facilmente reperibili anche in Italia e quindi, che sia per Natale, Epifania o un futuro compleanno, metti questa lista nei preferiti.

Ti potrebbe tornare utile.

Regala protezione con il Nazar, l’occhio blu

Occhio di Allah da parete (Euro 9,90 su Amazon.it)
Occhio di Allah da parete (Euro 9,90 su Amazon.it)

Si tratta del più tradizionale e conosciuto degli oggetti turchi. Il Nazar, noto come occhio di Allah, ha un significato particolare nella cultura Turca.  Si dice che averlo con s aiuti a tenere lontano la negatività, il malocchio e la sfortuna. E’ un ottimo regalo per augurare buona fortuna ai tuoi amici più stretti. E anche se non sei scaramantico, come si suol dire “non ci credo, ma nel dubbio …”

L’importanza che ricopre nella cultura turca e la sua popolarità ha fatto si che si realizzassero diversi prodotti ispirati a questo oggetto:

  • Occhio da parete. L’occhio è dotato di una corda intrecciata che, oltre a permettere di appenderlo, costituisce una decorazione sulla quale talvolta possono essere agganciati piccoli occhi, come trecce. Il prezzo è normalmente di 9,90 Euro (vedi esempio)
  • Braccialetti. Spesso fini e quasi mai pacchiani, possono essere in metallo o in argento, raramente in oro bianco. I prezzi partono da 11.90 Euro e aumentano a seconda della dimensione dell’occhio e del metallo utilizzato (vedi una lista).
  • Portachiavi. Solitamente in metallo non ossidabile o argento, ma anche come portachiavi a busta per chi vuole qualcosa di più tradizionale. Il portachiavi classico, con anello, parte dai 9.90 Euro, mentre quello a busta si aggira attorno ai 30 Euro (vedi alcuni esempi).

Fai rivivere l’esperienza delle case del te

Il Çay è l’altro grande simbolo della Turchia e la sua diffusione è paragonabile, se non maggiore, dell’espresso in Italia. Il Te Turco è fondamentalmente diverso rispetto al te verde che siamo abituati a bere in Italia. Si tratta di un te nero, il cui colore è di rosso scuro (se ben fatto).  Sebbene anche in Turchia siano diffusi ormai i te in bustina, il vero te turco, quello tradizionale che si è abituati a bere nelle çay evi (le case del te) richiede un procedimento che non è complicato, ma necessita di pazienza. D’altrone il çay è un momento di socializzazione e alla socializzazione si deve dedicare tempo. La preparazione del te, che deve essere sempre fresco ma sempre disponibile, fa parte della ritualità.

Per iniziare dovrete procurarvi:

  1. Una teiera, meglio se in ceramica, ma anche in acciaio inossidabile va bene.
  2. Un bollitore d’acqua, meglio a gas ma anche elettrico può andar bene. Teiera e bollitore spesso vengono venduti assieme a formare la “macchina da te”, il tradizionale çaydanlık.  prezzi vanno dai 18 euro in su, a seconda dei materiali e del tipo di funzionamento: elettrico o a gas. I puristi preferiscono quello a gas perché l’acqua deve bollire lentamente, raggiungere e mantenere i 100 gradi (qui una lista delle teiere reperibili).
  3. Una buona qualità di tè, meglio se di Rize nel mar nero (lo potete ordinare qui)
  4. Bicchierini a tulipano (tra i migliori sono quelli di Paşabahçe, anche questi facilmente reperibili qui)

Preparazione del te turco

Qualora decidessi di regalare il necessaire per il te turco, ecco alcune note per far bella figura su come prepararlo. La parte principale del processo è la preparazione del cosiddetto DEM. La parola DEM è abbreviazione dell’espressione demlemiş, traducibile in “infuso”. Il DEM, infatti, è il concentrato di te turco che risulta dall’unione dell’acqua calda con la polvere del te. Un buon DEM deve avere un colore rosso scuro, ma la tonalità può variare a seconda del çay utilizzato.

  1. Versa l’acqua nella caldaia del Çaydemlik
  2. nella parte superiore (teiera), versare 1 cucchiaio da minestra pieno di te per ogni persona che berrà
  3. Porre la teiera sopra la caldaia e far bollire l’acqua.
  4. Una volta che l’acqua è calda, versarla nella teiera fino al bordo del beccuccio. Stai appena sotto il limite.
  5. Rimetti a questo punto il çaydemlik sul fuoco, lasciando che l’acqua nella caldaia continui a bollire, e aspettare almeno 20 minuti. Più il tè aspetta e più forte diventerà il gusto.

Passato il tempo richiesto per fare il DEM, si può versare nel bicchiere. A seconda del colore e sulla base dei vostri gusti, potrete decidere di mettere più o meno DEM a seconda che vogliate il te più o meno forte. La parte rimanente del bicchiere sarà riempita con l’acqua della caldaia. Ecco fatto, il tè turco è pronto da degustare.

Nota a margine per i puristi. Prima di versare il DEM nel bicchiere è buona abitudine sciacquarlo con l’acqua calda della caldaia in modo tale da riscaldare il bicchiere e far sì che il tè non si raffreddi a contatto con il vetro. E’ lo stesso principio per cui le tazzine nei bar sono solitamente poste sopra la macchina del caffè.

Türk Kahvesi (Caffè Turco)

Anche se meno popolare e meno apprezzato rispetto al çay, il caffè Turco è una di quelle tradizioni che rendono unica l’esperienza in Turchia. Così come il çay, anche il caffè Turco è sinonimo di socializzazione. Viene normalmente accompagnato con un lokum, il dolce tradizionale turco, e un bicchiere di acqua.

Al primo impatto si può rimanere un po’ sorpresi ed il gusto può risultare troppo strano, sia perché molto aromatico sia perché si tratta di un caffè non filtrato, a cui non siamo più abituati. Anche la macinatura del caffè ha una grana diversa rispetto all’espresso, è più grossa e densa.

Come per il tè, anche per il caffè la procedura non è complicata, ma richiede pazienza.

Cosa serve:

  1. Un bricchino da 300 ml, meglio se in rame (acquistabile a 19,28 Euro su Amazon.it)
  2. Caffè Turco (in Italia è reperibile la confezione da 500 grammi di Kurukahveci Mehment Efendi a 16,84 Euro)
  3. Tazzine da caffè turco. Differiscono leggermente rispetto a quelle per l’espresso, per la loro forma che permette ai fondi del caffè di accumularsi nella parte inferiore

Se ti può interessare, ho trovato una confezione regalo composta da bricchino, 2 tazzine con piattini, un macinino di caffè e una confezione di caffè turco a 49,90 Euro (la puoi vedere in foto qui sotto) con consegna prima di Natale

Confezione regalo caffè turco (49,90 Euro su Amazon.it)
Confezione regalo caffè turco (49,90 Euro su Amazon.it)

Come si prepara

Innanzitutto va detto che nella preparazione del caffè si deve subito stabilire se si vuole il caffè dolce o amaro. Non è possibile aggiungere zucchero dopo che il caffè è pronto. Quindi, se una persona lo vuole dolce ed un’altra amaro, si dovranno preparare due distinti caffè. Detto questo:

  1. Versare nel bricchino 1 cucchiaio da caffè di caffè turco per ogni persona
  2. Zucchero. Non ci sono regole precise e dipende dalla dolcificazione a cui si è abituati, tuttavia, come indicazione generale, possiamo dire che ci sono quattro livelli di dolcificazione:
    1. Sade (corrispettivo del nostro “liscio”), ovvero senza zucchero, amaro.
    2. Az Şekerli (poco zuccherato) che si ottiene con cucchiaino di zucchero ogni 2 persone
    3. Orta (mediamente zuccherato) che si ottiene con un cucchiaino di zucchero ogni persona
    4. Şekerli (zuccherato) che si ottiene con 2 cucchiaini di zucchero per ogni persona
  3. Versare nel bricchino una tazzina riempita fino all’orlo con acqua per ogni persona
  4. Mescolare il tutto
  5. Far bollire a fuoco basso mantenendo mescolato, in particolare all’inizio.

Tazzine regalo

Tazzina in stile ottomano, color argento (14,90 Euro su Amazon.it)
Tazzina in stile ottomano, color argento (14,90 Euro su Amazon.it)

Sebbene si possa usare una qualsiasi tazzina per bere il caffè, ormai sono disponibili nel mercato numerosi prodotti che si rifanno alla tradizione ottomana. Le tazzine, all’epoca, venivano rivestite all’esterno in argento e dotate di un coperchio per tenere caldo il caffè. Sono generalmente oggetti esteticamente belli e possono essere un bel regalo per persone amanti dell’arte.  Il prezzo va dai 9 ai 15 euro l’una (vedi)

 

 

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"