L’Azienda Turca Kastamonu Entegre, attiva nel settore del mobile, in maggio ha completato l’acquisizione dell’Italiana Gruppo Trombini, tra i principali produttori italiani di pannello in conglomerato di legno, grezzo e nobilitato, laminato, carte impregnate, resine e bordi per l’industria del mobile che dal 2014 si trovava in stato di liquidazione.

Dopo un periodo con l’alternarsi di proposte di acquisizione da diverse parti, tra cui Cina e Inghilterra, e altrettanti tavoli contrattuali saltati, all’inizio dell’anno correva voce di una proposta di acquisizione da parte di una azienda estera di cui non erano note le generalità.

A metà Maggio Kastamonu Entegre ha reso noto di aver perfezionato l’acquisto della società Italiana che, per tipologia di offerta, è completamente sovrapponibile al gruppo turco. Infatti, secondo le dichiarazioni rilasciate da Kastamonu Entegre, l’operazione mira a penetrare il mercato mobiliare italiano, stimato in 20 miliardi di euro, aumentando la propria quota nel paese al 20%

A partire dal 2018 torneranno in funzione gli impianti di Pomposa, con una capacità di produzione annua di 480 mila metri cubi e quello di Frossasco in grado di produrre 320 mila metri cubi.

Con l’operazione del Gruppo Trombini, Kastamonu Entegre raggiunge 800 milioni di euro di investimenti esteri.

Kastamonu Entegre è presente sul mercato dagli anni 30 ed oggi vale 1 miliardo di Euro, conta 5.500 dipendenti ed esporta in 93 paesi. Prima azienda nel suo settore in Turchia e quarta in Europa con impianti produttivi in Turchia, Romania, Bosnia, Russia e ora Italia per un totale di 13 fabbriche in 5 paesi.

Rispondi